Camino PI

I tre volti più belli del fuoco

Christian Kawecki e Andrea Freudenthaler, entrambi dell'Alta Austria hanno scelto in piena coscienza un camino per la loro casa a basso consumo energetico. Siamo andati a trovarli per farci raccontare la loro esperienza durante il primo periodo di riscaldamento.

Con atmosfera quasi magica, il modello di camino Pi ci invita a spostarci là dove i padroni di casa Christian Kawecki e Andrea Freudenthaler ci attendono già. Mentre il fotografo posiziona i riflettori e gli stativi, ci mettiamo comodi sul divano davanti al camino. Ed è proprio questo tipo di comodità che ha convinto Christian e Andrea a installare un camino in casa loro.

«Vogliamo sia godere del riscaldamento e che della splendida vista del fuoco»

«Invece di una stufa in maiolica, abbiamo deciso consapevolmente di prendere un camino, perché volevamo vedere il fuoco ardente. La vista senza ostacoli e da tre lati sulle fiamme ci ha subito convinto a scegliere il modello Pi», ci racconta l'uomo di casa. Lo scorso inverno hanno trascorso molte ore davanti al camino. «Christian si è dedicato anima e corpo alla ricerca del giusto elemento e per lui era particolarmente importante vedere un bel fuoco», ci dice invece Andrea.

Forma chiare e design moderno

La signora di casa ha arredato la sua abitazione con grande amore per il dettaglio. Anche il tocco del partner ha lasciato dietro di sé magnifiche tracce di creatività. Il titolare di un salone da parrucchiere ha dato prova di grande stile. Il suo lavoro ha sviluppato in lui uno straordinario senso per la moda e le tendenze, che si riflettono sull'architettura e gli interni dell'abitazione. Chiediamo qual è l'aspetto che lo ha convinto di più del modello Pi. «Per me era importante che il camino avesse una forma ben definita, dalle linee nette e con un tocco di modernità, senza inutili ghirigori», risponde Christian con decisione. La sua compagna apprezza soprattutto l'aspetto chiaro e diretto del modello: «In inverno, quando fa buio molto presto, mi piace godermi le fiamme chiare del fuoco».

Naturalmente il legno: regionale e rinnovabile

Riscaldare con la forza della legna significa per entrambi portare qualcosa di ancestrale in casa. Il calore piacevole, la combustione lenta, l'armonico crepitio, il delicato scintillio: dopo la prima stagione di riscaldamento, i due possessori di questo sensazionale camino sono esterrefatti. «Qualcuno può pensare che siamo troppo sdolcinati, ma abbiamo scelto un camino proprio per questa ragione», precisa Christian, «e anche perché il legno è una materia prima rinnovabile, acquistabile a livello regionale.»

Pi – realizzazione personalizzata

Il camino Pi in casa dei nostri amici dell'Alta Austria è un modello molto speciale, realizzato in maniera personalizzata in base ai desideri dei suoi possessori. Con un peso di questi 400 kg, questo camino è avvolto in un rivestimento di acciaio grezzo. L'idea è arrivata dal costruttore del camino, che ha anche proposto l'impiego di questi materiali e il tipo di realizzazione. Il disegno della struttura è stato eseguito da Rüegg, dalla cui produzione ha origine anche il camino. Il lavoro è stato realizzato da Wolfgang Müller, maestro orafo.

«Sceglierebbe nuovamente il modello Pi?», chiediamo curiosi alla fine dell'intervista. «Senza indugio», risponde Christian, «e lo abbiamo già consigliato a parenti e amici!» Ben presto in Alta Austria ci sarà un nuovo camino Pi che donerà tanto calore e felicità al suo possessore.


Ulteriori informazioni:

Date un'occhiata al camino → Camino Pi